Sensus communis (Testo inglese a fronte)

Sensus communis (Testo inglese a fronte)

Traducción: A cura di Gioiella Bruni Roccia

Editorial: Bulzoni

Páginas: 218

Año: 2007

EAN: 9788878701717

15,60 €
ENVÍO GRATIS
No disponible ahora

Tiempo de entrega:
Por consultar al distribuidor
Saggio sulla libertà di spirito e di umorismo

Pensatore tra i più influenti del XVIII secolo sia in Inghilterra che in Europa, Shaftesbury deve la sua fama ad una serie di fortunatissimi saggi che egli stesso raccolse, nel 1711, sotto il titolo di Characteristics of Men, Manners, Opinions, Times. L’opera, apparsa a Londra in tre volumi, fu più volte ristampata nei decenni successivi, e tradotta integralmente in francese e in tedesco già nel corso del Settecento. I saggi del filosofo inglese s’imposero all’attenzione degli intellettuali dell’epoca: con la sua visione ebbero a confrontarsi i più insigni pensatori del tempo, da Hutcheson a David Hume, da Voltaire a Diderot, da Leibniz a Herder. Non ultimo, Montesquieu testimoniò la sua ammirazione per l’autore delle Characteristics, celebrandolo come uno dei «quattro grandi poeti dell’umanità» accanto a Platone, Montaigne e Malebranche: un giudizio che sottolinea l’originalità creativa dei motivi ispiratori, ma anche il pregio di un’opera notevolissima per la sua qualità stilistica e letteraria. Sensus Communis. Saggio sulla libertà di spirito e di umorismo, pubblicato per la prima volta nel 1709, segna un momento cruciale nella maturazione del pensiero di Shaftesbury. È questo lo scritto in cui l’autore delinea compiutamente la sua visione morale e sociale dell’uomo: contrastando la pessimistica visione di Thomas Hobbes, Shaftesbury inaugura quell’etica della benevolenza che tanta parte avrà nella cultura illuministica, non solo in Inghilterra, ma anche nel pensiero francese dei philosophes. Ma è anche il saggio che esibisce le potenzialità di quegli strumenti critici ed espressivi, l’umorismo e l’ironia, di cui l’autore mette in luce la valenza propriamente gnoseologica. La presente edizione, con testo a fronte, si propone di far emergere il senso di ariosa libertà che pervade la scrittura di Shaftesbury, e che ne plasma il pensiero nella dialettica continua tra antico e nuovo: una libertà che è al tempo stesso senso e forma, aspirazione profonda dell’uomo e responsabilità da condividere.